Quindi vuoi diventare un product manager? È così che ho iniziato.

Una delle domande più comuni che mi vengono poste è: "Come si ottiene un posto di Product Manager se non si è mai stato un Product Manager prima?"

Il problema del pollo e delle uova

Qualche tempo fa, avevo la stessa domanda. È il problema di pollo e uova per antonomasia: non puoi unirti al club se non sei già membro del club.

Come account manager in una startup Edtech, mi sono davvero interessato a lavorare sul prodotto. Speravo di trasferirmi internamente a un ruolo di prodotto nella mia azienda. Mi è sembrato che la mia profonda comprensione delle esigenze dei nostri creatori di contenuti e dei nostri studenti mi abbia dato un vantaggio. Ma mi è stato detto: "Siamo spiacenti, abbiamo davvero bisogno di qualcuno con esperienza di gestione dei prodotti".

Negli ultimi anni, dopo molto lavoro e ricerca, sono stato in grado di passare con successo alla gestione dei prodotti. Periodicamente ricevo domande casuali o presentazioni a conoscenti che hanno tutti la stessa identica domanda: "Se voglio diventare un product manager, ma non lo sono mai stato, come posso farlo?"

Questo è il mio tentativo di condividere il mio viaggio in modo un po 'più efficiente e ampio. Non posso garantire alcun risultato dopo aver usato questa formula - lo so solo dopo un sacco di tentativi ed errori, ecco come ci sono arrivato. Ti auguro buona fortuna per il tuo viaggio!

Passaggio 0: lavorare sul prodotto (o almeno avvicinarsi il più possibile ad esso)

Aspetta cosa? Non è tutto il punto che sto cercando di ottenere un lavoro dove inizio a lavorare su un prodotto?

Sì, ma ecco il punto. Non puoi davvero spezzare il ciclo di galline e uova senza avere un piccolo assaggio di cosa significhi essere un pollo. Spesso ti sembra di non fare davvero cose "di prodotto" se il tuo titolo dice qualcosa di diverso, ma ci sono tutti i tipi di cose che si qualificano:

  • Raccogliere feedback dagli utenti, stabilire le priorità in base all'impatto aziendale e all'impatto dei consumatori e condividere le informazioni con i decisori competenti che possono apportare modifiche
  • Elaborare una nuova idea per una caratteristica e dettagliare tutte le cose che farebbe, quindi capire se può essere costruito
  • Analizzare i dati dal tuo sito Web / app per determinare percorsi utente comuni o se determinati eventi aziendali hanno avuto un impatto notevole
  • Gestire le entrate o le linee di utili e perdite per un prodotto o servizio specifico e apportare modifiche che aumentano tali entrate
  • Condurre un progetto dall'inizio alla fine che coinvolge persone di diversi team che si uniscono per costruire qualcosa

Prima di avere un titolo ufficiale di product manager, ho raccolto esperienze incentrate sul prodotto. Come account manager, gran parte del mio successo è derivato da una profonda conoscenza di tutte le complessità dei nostri prodotti e dall'essere un fervente sostenitore delle nuove funzionalità di cui i miei partner avevano bisogno. Come guida di un verticale che guadagnava $ 100K + al mese, ho dato priorità alle risorse di marketing, scrittura e prodotto per aiutare la mia attività a crescere.

Passaggio 1: leggi

Ecco le cose che ho letto mentre preparavo i colloqui di lavoro e considerando se volevo davvero cambiare:

  • Cracking the PM Interview - abbastanza semplice, ma dà un buon senso di quali potrebbero essere le domande e gli esercizi comuni. Se non hai fatto interviste caso, questa è una buona pratica.
  • Stratechery: newsletter quotidiana che copre un'analisi approfondita della tecnologia, compresa la scomposizione delle mosse strategiche delle aziende, le fusioni, il motivo per cui alcuni prodotti falliscono e altri no, e così via. In realtà non ho iniziato a leggere questo fino a quando non ho iniziato il mio attuale lavoro, ma vale la pena la quota di abbonamento di $ 10 / mese se si desidera rafforzare il pensiero strategico a livello macro sul panorama tecnologico.
  • La newsletter di Ken Norton "Portare le ciambelle": consigli su come fare davvero bene il product manager. Include anche offerte di lavoro e libri consigliati.
  • Blog e newsletter di Julie Zhuo: storie oneste e personali della sua carriera come vicepresidente del Product Design su Facebook e lezioni apprese. È brava ad affrontare i dilemmi personali che derivano dall'essere un prodotto guida (affrontare l'insicurezza, irrompere nel settore, gestire i conflitti, rispondere al rifiuto).

Passaggio 2: porre domande

Ho chiesto ai miei amici di mettermi in contatto con qualsiasi product manager che conoscessero, anche con conoscenti di conoscenti. Quindi ho dato la priorità alle informazioni di contatto dei product manager che ho incontrato nelle seguenti categorie:

  1. Non sono affatto interessato a lavorare nella loro azienda
  2. Mi piacerebbe lavorare nella loro azienda

Ho impostato 5-10 chiamate con i product manager del gruppo 1 per porre tutte le mie domande di carriera nel PM:

  • Cosa cerchi quando intervisti i PM?
  • Ecco la mia onesta esperienza, quali parti pensi che dovrei evidenziare?
  • Come sei arrivato a dove sei?

Dato che in realtà non stavo intervistando con loro, mi sono sentito a mio agio nel condividere apertamente le mie vulnerabilità e chiedere consigli sinceri, cose che non puoi sempre fare in un'intervista reale.

Da queste chiamate sono stato in grado di sviluppare la mia comprensione del PM “ideale”: analitico, tecnicamente esperto, orientato al consumatore, pensatore critico, strategico e in grado di lavorare con molti tipi diversi di persone e motivarli.

Ho pensato a quali fossero i miei punti di forza e di debolezza. Ero debole nell'analisi approfondita dei dati quantitativi e nelle conoscenze di programmazione, ma più forte nel lavorare con molti tipi diversi di persone e stabilire le priorità per il bene di un'azienda.

Ho modellato la mia ricerca di PM su ruoli che hanno giocato ai miei punti di forza e disponevo di una forte rete di supporto per rafforzare i miei punti deboli (ad esempio, data scientist e analisti per aiutarmi a far crescere le mie capacità di analisi quantitativa, ingegneri tecnologicamente avanzati che potrebbero aiutarmi a dirigere e dare priorità al lavoro di sviluppo).

Passaggio 3: prepara la tua storia e mettiti fuori

Dopo tutte le telefonate informative, sono stato in grado di sviluppare un tono più ideale del motivo per cui un'azienda dovrebbe assumermi come PM, anche se non avevo il titolo ufficiale sul mio curriculum. Mi sono concentrato su tutte le attività di tipo PM che avevo svolto:

  • Collaborare con PM e ingegneri per creare nuove funzionalità
  • Valutare le esigenze degli utenti e bilanciare gruppi di stakeholder complicati
  • Analisi dei dati per prendere decisioni aziendali

Considerato quanto sia difficile passare alla gestione dei prodotti, il titolo PM sembrava una società segreta in cui solo i superumani potevano entrare. Ma tutte le telefonate informative che ho avuto sono state molto utili per demistificare il ruolo e darmi il coraggio di avere le competenze necessarie per svolgere il lavoro.

Per darmi fiducia e valutare il mio valore di mercato, ho messo il mio profilo su Hired.com, un mercato in cui i datori di lavoro ti contattano e ti offrono offerte salariali. Ho avuto una buona idea di dove mi trovassi sul mercato e quale fascia di stipendio avrei potuto chiedere. Anche l'aggiornamento del mio profilo LinkedIn e l'impostazione su "aperto a nuove opportunità" mi ha aiutato con alcune richieste di reclutamento in entrata.

Passaggio 4: interviste informative che potrebbero essere convertite in interviste reali

Torna al gruppo n. 2 - PM (e altre persone) presso aziende in cui sarei davvero entusiasta di lavorare. Non avevo persone che mi presentassero a questi contatti finché non mi sentivo come se avessi fatto abbastanza ricerche e creato la mia narrazione della mia esperienza.

Quando ho parlato con loro, l'ho fatto pensando che si trattasse di un vero colloquio e ho trascorso la maggior parte delle mie domande informative ponendo domande specifiche sulla società, su come stava facendo finanziariamente e sui futuri piani strategici. In quasi tutti i casi, la persona ha finito per riferirmi al proprio responsabile delle risorse umane per iniziare il processo iniziale dello schermo del telefono.

Passaggio 5: intervista, intervista, intervista

Una volta superato lo schermo del telefono HR, è iniziato il vero lavoro. Il processo generale sarebbe: chat telefonica informale con qualcuno che lavora in azienda -> schermo del telefono delle risorse umane -> schermo del telefono del responsabile delle assunzioni -> esercizio a casa -> in loco, che di solito comporta una presentazione del mio lavoro, esercizi situazionali o entrambi.

L'argomento su come superare un colloquio con il Primo Ministro è un argomento di cui potrei occuparmi in un prossimo post :)

Come ho detto prima, questo è molto specifico per le mie esperienze e non credo che ci sia un percorso universale per diventare un PM. I PM che ho incontrato e con cui ho lavorato provengono da una vasta gamma di sfondi, dalla poesia major (me), agli ex programmatori, alle persone che si sono diplomate e sono entrate direttamente nel prodotto.

Spero che questa breve panoramica sia utile per quelli di voi che sperano di passare alla gestione dei prodotti e auguro buona fortuna!

In attesa di ascoltare le proprie esperienze e consigli nei commenti.