Come trasformare il tuo Content Marketing in una strategia digitale efficace

"Conosco parole, ho le parole migliori." - Il tuo sito web, probabilmente

Foto di Suganth su Unsplash

Le parole contano. Le parole che associ alla tua organizzazione, al tuo sito Web e alla strategia di branding globale sono importanti.

Uno degli elementi più importanti nella gestione efficace di queste parole è attraverso un'efficace strategia di Content Marketing.

(Se non hai mai sentito parlare di "Content Marketing" prima di questo momento, benvenuto nel 2018! Siamo lieti che tu possa unirti a noi! Ora, fermati a leggere questo articolo e dai un'occhiata alla guida di Content Marketing 101 dalle menti brillanti di Content Marketing Institute. Quando hai finito, torna indietro.)

TL; DR: il content marketing funziona come una strategia di generazione di lead perché offre ai potenziali clienti piuttosto che chiedere loro qualcosa.

I dati supportano la quantità di acquirenti desiderosi di contenuti utili. Dragon Search Marketing ha riferito che il 61 percento dei consumatori è influenzato da contenuti personalizzati.

L'aspetto chiave è il contenuto "utile" su "volumi elevati" di contenuto. Sfornare post di blog dopo post di blog di cose che non aiutano direttamente il tuo mercato di riferimento non è una strategia di contenuto efficace - non importa quanto brillante sia la scrittura.

Ad esempio, se sei un meccanico di automobili che cerca di attirare più clienti, non pubblicare post di blog approfonditi sulla ricostruzione di un carburatore. I tuoi acquirenti target (quelli che preferiscono pagare per i servizi di un meccanico piuttosto che fai da te) non si preoccupano di come riparare un carburatore; preferirebbero che lo facessi.

Non blog su come risolvere questo problema. Blog su cosa cercare in un buon meccanico.

Quello che succede invece è che la tua strategia di contenuti carenti attira i lettori che non compreranno mai il tuo prodotto ma che accetteranno volentieri le tue opinioni gratuite. Potrebbe essere un buon contenuto per altri meccanici, ma la tua attività non prospera rispetto ad altri meccanici; prospera dalla gente comune.

Questo scenario si verifica troppo frequentemente nelle nuove strategie di marketing dei contenuti, ma non è necessario.

Ecco 9 suggerimenti di un'agenzia di marketing digitale su come portare il tuo content marketing da post di blog irregolari a una strategia di contenuti stellare:

Passaggio 1: mappa i viaggi dei tuoi acquirenti.

Non tutti seguiranno lo stesso imbuto verso l'ultimo acquisto o uso del tuo prodotto. Pensa ai tipi di persone coinvolte nell'acquisto e nell'uso del tuo prodotto. Ci sono alcune domande da tenere a mente qui:

Di cosa hanno bisogno?
Cosa vogliono?
La persona che prende la decisione di acquisto è la stessa di quella che utilizzerà i tuoi beni / servizi più spesso?

Dopo aver avuto un'idea generale di ciò che attirerà i tuoi acquirenti sul tuo prodotto, fatti un'idea di come potranno arrivare dalla prima udienza sul tuo prodotto al punto di acquisto.

Non trascurare di pensare anche alle opzioni post-acquisto del tuo acquirente. Come farai tornare i tuoi consumatori al tuo prodotto o servizio? Quali opzioni hanno per condividere le loro esperienze con gli altri?

Passaggio 2: perfeziona la tua persona

Ora che hai un'idea generale di dove dovrebbero andare i tuoi acquirenti, crea un'idea di quale tipo di persona sarebbe interessata a percorrere il percorso di quegli acquirenti.

Personas può essere sviluppato attraverso tre obiettivi distinti:

  1. Utenti del prodotto
  2. Decisori
  3. Influencer di decisione

Dai a ogni persona un nome e un'identità reali. Pensa attraverso i loro pensieri, sentimenti, desideri, apprensioni e stress nascosti che potrebbero influenzare le loro azioni quotidiane. Quali sono i punti deboli che il tuo prodotto o servizio risolve per loro? Quali ansie potrebbe alleviare la tua azienda? Quali altri timori o benefici nascosti possono influenzare il modo in cui riceverebbero i tuoi contenuti?

Apparentemente realistico quanto pensi di creare le tue personalità, MAI CREARE LE TUE PERSONA IN UN VUOTO.

Ogni persona dovrebbe essere basata su dati piuttosto che su ipotesi sul tuo settore. Ciò è particolarmente importante se lavori in un settore prevalentemente bianco o tutto maschile. La tendenza per le startup (in particolare le startup tecnologiche) è quella di rendere il target di mercato predefinito maschi bianchi nei loro 20 o primi 30 anni tra la fine e la fine di un utente e un ragazzo bianco leggermente più vecchio e meno esperto di tecnologia per una decisione persona del produttore.

Parla con quante più persone possibili mentre lavori su personaggi. Non sai da dove iniziare a raccogliere quei dati? Ecco alcuni posti:

  • Gruppo Vendite
  • Team del servizio clienti
  • Dati aneddotici da sondaggi online
  • Recensioni degli utenti

È qui che l'arte del marketing entra in gioco molto più della scienza. Scopri cosa puoi fare da clienti, clienti persi, potenziali clienti che hanno optato per un altro fornitore e persino dipendenti.

I marketer principianti spesso si precipitano attraverso questa fase e la ricerca coinvolta. Ma senza questa fase, non sarai in grado di scrivere contenuti efficaci che in realtà aiutano a vendere il tuo prodotto alle persone che hanno più bisogno del tuo aiuto.

Passaggio 3: eseguire un controllo dei contenuti

Ora che hai definito chiaramente il pubblico per il quale stai creando contenuti, ora devi affrontare l'incombente compito di decomprimere tutto ciò che è stato creato nel tempo.

Diventa reale con i tuoi contenuti.

È più efficace avviare un foglio di calcolo Excel o Google Doc e esaminare i post del blog del tuo sito Web, e-book, white paper, ecc. E annotare tutto.

Gli elementi chiave di una verifica del contenuto riuscita includono:

  • Titolo del pezzo
  • Data in cui è andata in diretta al tuo pubblico
  • URL di dove vive quel pezzo
  • Parole chiave di quel contenuto
  • Riepilogo generale del pezzo
  • Destinatari
  • Metriche di coinvolgimento
  • Dove hai condiviso i contenuti sui social media

Se i tuoi contenuti non parlano a uno dei tuoi destinatari e in genere si sono comportati male, taglia il grano dalla paglia e vai avanti. Concentrati sul laser per creare contenuti di altissima qualità che incidano sul pubblico che hai appena definito. Tutto ciò che non diventa lanugine.

Step 4: Brainstorming Tutto

Ormai hai il tuo pubblico e una comprensione generale di ciò che funziona rispetto a ciò che non funziona.

Ora è il momento di colmare le lacune con una sessione di brainstorming.

Domande utili da porre durante il brainstorming:

  • Dove sono le sfide nel tuo programma?
  • Dove potrebbe andare perso il tuo messaggio?
  • Quale tipo di contenuto non è ben accolto dal tuo pubblico di destinazione?
  • Quale stile di consegna dei contenuti sarebbe il modo migliore per rispondere alla domanda del tuo pubblico? (E.E. video o un'infografica? Forse un podcast?)
  • In che modo il pubblico target consuma i tuoi contenuti? Sono più propensi a leggere il tuo post sul blog su un desktop o guardare una serie di video sul proprio smartphone?

Questo è un buon momento per il tuo team di contenuti per riunirsi e scrivere tutto. Trascorri un'ora semplicemente lanciando idee, annotando tutto e non trattenere nulla.

Una volta esaurite le idee, passa in rassegna e assegna le priorità a quelle idee di contenuto in base alle esigenze più adatte ai tuoi lettori a ciò che potrebbe essere interessante piuttosto che funzionale per il tuo pubblico di destinazione.

Passaggio 5: scegli una piattaforma di contenuti

Ora che sai PER CHI stai creando contenuti, PERCHÉ quel contenuto è importante per loro, COSA deve essere quel contenuto e DOVE deve essere distribuito il contenuto e COME dovrebbe apparire a ciascun utente - è finalmente giunto il momento di determinare la piattaforma che ospiterà i tuoi contenuti.

Questo si riduce spesso a una delle due cose: un Content Management System (CMS) o una Digital Experience Platform (DXP).

Indipendentemente dalla tua scelta, ci sono tutta una serie di fattori critici che devi valutare quando scegli un CMS o DXP. Alcuni di questi includono:

  • Quante persone useranno il sistema
  • Se una piattaforma può gestire più siti se il tuo marchio ne ha bisogno
  • Quanto è facile gestire e modificare i contenuti con una rapida inversione di tendenza
  • Supporto fornito per l'apprendimento del CMS
  • Come questa piattaforma si adatta alle esigenze della tua azienda 3 o più anni lungo la strada

Passaggio 6: creare il contenuto

Infine, sei pronto per mettere la penna sulla carta (o le dita sulla tastiera).

Quando il tuo team di contenuti inizia, iniziano davvero ...

Scrivi in ​​modo succinto. Scrivi per gli umani prima di scrivere per i robot SEO. Non fare parole chiave. Ricorda le basi della grammatica inglese. Non dimenticare di eseguire il controllo ortografico.

Conosci il trapano. Inizia a scrivere.

Passaggio 7: promozione e gestione dei contenuti

Hai i tuoi contenuti. Sai dove si adatta al viaggio dell'acquirente. Hai deciso la tua piattaforma e come verrà consegnata. Ora è il momento di mettere gli occhi sui tuoi contenuti.

Hai già deciso che solo il tuo tipo di pubblico ideale selezionato ha bisogno di questo contenuto specifico, quindi come puoi ottenerlo?

Guarda come le tue diverse persone interagiscono con altri contenuti in base alle loro esigenze e dove si trovano nel ciclo di acquisto. Il tuo obiettivo è un maschio di 45 anni che potrebbe essere nelle prime fasi della sua ricerca? Quindi LinkedIn potrebbe essere la sede giusta per promuovere la leadership di pensiero basata sulle tue soluzioni.

Cosa succede se il tuo obiettivo è un consumatore femminile millenario? Instagram o SnapChat potrebbero essere sbocchi migliori per te.

Targeting di prospettive che potrebbero essere prospettive di canalizzazione da metà a fondo? Il tuo webinar potrebbe essere sufficiente per spingerli oltre il limite per andare avanti con la tua soluzione.

Forse hai bisogno di educare gli utenti per le persone che hanno già acquistato le tue soluzioni? Quindi carica i tuoi video e articoli tutorial su un portale utente sul tuo sito web.

Quando promuovi i tuoi contenuti, tieni a mente un obiettivo finale. Pensa ai tuoi obiettivi aziendali e al ROI che otterrai. Tieni sempre traccia dei tuoi risultati e, quando possibile, collega queste metriche a un obiettivo aziendale stabilito. Questo non solo può guidare i tuoi piani di contenuti futuri, ma può anche aiutarti a dimostrare valore per gli altri membri dell'organizzazione e garantire il consenso esecutivo per ulteriori sforzi sui contenuti.

Passaggio 8: Aggiorna il vecchio contenuto

Non devi esaurire i tuoi creatori di contenuti rendendoli completamente nuovi. Anche se non tutti i tuoi vecchi contenuti saranno vincitori, ci saranno sicuramente alcune gemme nei tuoi vecchi contenuti.

Questa può essere una delle strategie di marketing di contenuti di maggior successo se eseguita correttamente.

Il controllo dei contenuti del passaggio 2 dovrebbe essere di grande aiuto qui. Includendo le metriche di coinvolgimento (ad es. Letture di pagine, link cliccati, rendimento dei social media), avrai una migliore idea di quali contenuti siano piaciuti ai tuoi lettori.

Non aver paura di aggiornare i contenuti di successo una volta con un approccio più "sempreverde". Puoi anche prendere più pezzi di contenuto mediocre dalla tua verifica dei contenuti, riconfezionarli e trasformarli in qualcosa di utile.

Non è necessario ricreare sempre la ruota, ma potresti essere in grado di prendere qualcosa che era una buona idea, modificarla e trasformarla in qualcosa di meglio.

Passaggio 9: Gestione dei processi

Una strategia di contenuto efficace non è mai finita.

I bisogni e i comportamenti degli utenti cambiano nel tempo e dovresti sempre provare e cercare di migliorare i tuoi contenuti per massimizzarne l'efficacia.

Foto di rawpixel.com su Unsplash

Assicurati di rimanere in attività e sul messaggio avendo un calendario editoriale concordato che guida i tuoi sforzi. Metti da parte il tempo su base mensile o almeno trimestrale per aggiornare e adattare il tuo calendario editoriale secondo necessità.

Non dimenticare di tenere d'occhio le modifiche dell'algoritmo di Google e quelle su varie piattaforme di social media utilizzate dalla tua organizzazione. Se improvvisamente inizi a vedere un calo dei lettori o del coinvolgimento, controlla se c'è stata una modifica dell'algoritmo e modifica di conseguenza la tua strategia di marketing dei contenuti.

Suggerimento finale: vedi Content Marketing come una strategia a lungo termine.

È improbabile che ogni singolo pezzo di contenuto sia attribuibile a enormi guadagni nella tua attività. Tuttavia, un flusso costante di contenuti pertinenti, di attualità e altamente focalizzati forniti direttamente alle persone target può avere un impatto sostanziale nel tempo.

Non mollare troppo presto e non fermarti se non riesci a vedere i ritorni immediati.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Hai bisogno di altre soluzioni di marketing digitale? Contatta il nostro team di DigitalUs e inizieremo! Vuoi saperne di più su come migliorare altri elementi del tuo sito? Dai un'occhiata al nostro blog di web design. Troverai interessanti tutorial sul codice e altri suggerimenti di marketing / SEO.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Autori: il direttore del marketing digitale di DigitalU Wes Marsh e lo stratega del marketing dei contenuti Shelby Rogers.