Foto di @jordanfmcqueen tramite unsplash.com

Non B.S. Tu stesso: sai esattamente come produrre il tuo miglior lavoro

Ti conosci meglio di chiunque altro. Smetti di cercare alcune intuizioni magiche che renderanno finalmente tutto "cristallino". La tua comprensione di te stesso e la volontà di eseguire sono tutto ciò di cui hai bisogno per avere successo.

Per evitare qualsiasi confusione: sto scrivendo queste parole tanto per me stesso - in risposta alle mie aspirazioni di scrittore - quanto lo sono per qualsiasi altro scrittore o altro tipo di libero professionista che potrebbe capitarle di leggerle.

Il mio obiettivo per questo articolo è di trasmettere la seguente idea:

Ognuno di noi è il nostro miglior giudice di ciò che aiuta contro ciò che danneggia la nostra capacità di produrre il nostro miglior lavoro. Se tagliamo il B.S. essendo completamente onesti con noi stessi e agendo su tale intuizione, inizieremo a vedere il successo che pretendiamo di volere così tanto.

Nessuna vergogna, nessun flusso di lavoro o abitudini specifici e nessuna predicazione su "giusto" contro "sbagliato" quando si tratta di scrivere - solo una sfida per accettare e abbracciare finalmente ciò che già sai essere vero e iniziare a fare ciò che deve essere fatto per avere successo.

(Anche se ho scritto questo pezzo pensando agli scrittori, le idee che esploro di seguito si applicano praticamente a ogni tipo di libero professionista.)

La ricerca infruttuosa del "segreto" per il successo

Se sei uno scrittore su Medium, probabilmente passi una buona quantità di tempo a leggere contenuti che, in un modo o nell'altro, offrono consigli su come perfezionare e avere più successo nel tuo mestiere utilizzando questa o quella tecnica o strategia specifica.

Non ho nulla contro la pubblicazione o la lettura di questo tipo di contenuto.

Dopotutto, ho scritto molte migliaia di parole sulla scrittura di suggerimenti e continuerò a farlo - non solo perché voglio aiutare altri scrittori a migliorare le loro abilità nella misura del possibile, ma anche perché scrivere e modificare sono una parte importante della mia vita professionale.

Tuttavia, mi sembra che per una serie di motivi, tra cui:

  • La pletora di contenuti "come" accessibili oggi;
  • La sindrome di "Sono uno scrittore, accidenti!" Di cui molti di noi soffrono; e
  • La tendenza a guardare verso l'esterno piuttosto che verso l'interno quando dubitiamo di noi stessi ...

... è fin troppo facile convincersi che il segreto per raggiungere il successo come scrittore è "dietro l'angolo":

Se solo dovessimo leggere un altro post sul blog o ricevere consigli da un altro abile scrittore, scopriremmo finalmente cosa stiamo sbagliando nei nostri scritti, perché non siamo soddisfatti del nostro lavoro, perché gli altri non mostrano noi il riconoscimento che crediamo di meritare e perché lottiamo per "fare la prossima mossa" nelle nostre carriere. Ecco il punto: non esiste un consiglio magico - nessuna tecnica, nessun "hack" - che alla fine renderà tutto per te "clic". Perché? Perché sai già cosa devi fare. Devi solo abbracciarlo e iniziare a metterlo in pratica.

Non sto parlando dell'esperienza tecnica che ti manca o delle relazioni commerciali che non hai creato o dell'esperienza professionale che non hai ancora acquisito.

Sto parlando delle decisioni quotidiane che prendi per supportare o interrompere la tua capacità di produrre il tuo miglior lavoro.

Diventiamo specifici.

Non più B.S .: Sai come esibirti al meglio

Indipendentemente dal fatto che tu sia il tipo introspettivo, sai quando sei al meglio e quando non lo sei.

Che sia fisico — ben riposato contro stanco, energico contro dolorante, rilassato contro 'stretto' - o intellettuale ed emotivo - testa chiara contro 'nebbioso', concentrato contro distratto, ispirato contro senza speranza - non hai bisogno di nessun altro che te lo dica se sei attualmente nel tuo stato ottimale di pensiero, sentimento o lavoro.

A parte le condizioni mediche e altri problemi simili, non è necessario alcun aiuto per capire cosa ti spinge verso un percorso di produttività ed efficienza.

Se sei onesto con te stesso, puoi facilmente elencare mezza dozzina o più decisioni che prendi in un determinato periodo di 24 ore che incidono positivamente o negativamente sulla qualità e l'efficienza del tuo lavoro.

Ad esempio, le seguenti quattro dinamiche determinano in modo affidabile il carattere e il "flusso" delle mie esperienze di scrittura e la qualità del mio output di scrittura.

1. La quantità di sonno che ottengo

Di gran lunga, questa è la cosa numero uno che influenza se e, in tal caso, quanto bene, scrivo in un determinato giorno.

In breve, sono una persona diversa quando non riesco a dormire abbastanza rispetto a quando lo faccio.

Alcune persone sono in grado di sopravvivere e prosperare con quattro o cinque ore di sonno a notte, anche se probabilmente non come farebbero se dovessero dormire di più, ma questo non è assolutamente il caso per me.

Personalmente, la differenza tra cinque o sei ore di sonno e sette o otto ore è quella tra esperienze di depressione, rabbia, disperazione, egoismo e scelte avventate da un lato e di ispirazione, gentilezza, pensiero metodico, ottimismo e pazienza su l'altro.

Quando sono privato del sonno o non scrivo affatto o, se lo faccio, la qualità della mia scrittura soffre in modo evidente: faccio fatica a concentrarmi, a formare frasi coerenti, a pensare attentamente e formare argomenti e a rimanere motivato .

Se c'è una decisione che posso prendere ogni giorno per migliorare le mie possibilità di sentirmi bene e di pensare chiaramente, è di andare a letto presto e assicurarmi di dormire ben 8-8 ore e mezza.

È sempre possibile? No, certo che no: la vita succede.

La mia responsabilità, tuttavia, è fare la scelta giusta quando ho il controllo sul mio sonno, che è molto più spesso che no.

2. Il tipo di cibo che mangio

Ho uno stomaco piuttosto sensibile: so cosa dovrei mangiare e cosa dovrei evitare.

In sostanza, carboidrati pesanti come pasta e pane e noci tendono a non essere d'accordo con il mio sistema.

Se mangio questo tipo di cibo oggi, è probabile che domani non mi sentirò fisicamente ottimale.

Mi sentirò pigro, "pesante", "malandato" e letargico rispetto a "leggero", agile e stabile.

Se mangio un enorme panino, pizza o simili mentre sto cercando di scrivere, è finita, per così dire: dai 30 ai 60 minuti dopo aver mangiato mi addormento alla mia scrivania e quindi ho poca voglia di lavorare una volta Mi sveglio.

Lavoro meglio quando mangio cibi sani rispetto a quando mangio cibo scadente - è così semplice.

3. L'ambiente in cui lavoro

Questo è un "gioco da ragazzi" per me.

Dato tutto il tempo che ho trascorso a studiare a / per la scuola, conosco esattamente i tipi di ambienti in cui posso e non posso leggere e scrivere in modo efficace.

Eccello - vale a dire, trovo facile concentrarsi e lavorare per lunghe ore - in:

  • Luoghi tranquilli;
  • Ambienti con il minor numero di distrazioni possibile;
  • Aree poco popolate (preferibilmente, aree completamente vuote); e
  • Luoghi in cui altri, se presenti, sono anche silenziosamente impegnati in attività legate al lavoro.

Questo rende il mio ufficio a casa, le biblioteche silenziose, le stanze di studio dove posso stare da solo e le case / gli appartamenti di parenti o amici che sono vuoti durante i giorni, i luoghi ideali in cui lavorare.

Faccio fatica - cioè trovo molto difficile concentrarmi e lavorare per più di qualche minuto alla volta - in:

  • Punti forti;
  • Ambienti imprevedibili che sono inclini a distrazioni;
  • Luoghi densamente popolati; e
  • Aree in cui le persone sono rumorosamente impegnate in attività non legate al lavoro.

Questo rende caffetterie, ristoranti, centri commerciali, biblioteche turbolente, spazi di lavoro condivisi e case / appartamenti che sono pieni di persone luoghi poco attraenti in cui lavorare - almeno per me.

Ho bisogno di calma e silenzio senza distrazioni per pensare in modo chiaro, scrivere in modo coerente e sentirmi a mio agio mentre lavoro.

Altri sembrano prosperare in ambienti frenetici in cui le chiacchiere e il movimento delle persone vicine funzionano come "rumore di fondo" contribuendo a promuovere la messa a fuoco profonda e l'efficienza - onestamente, non ho idea di come le persone riescano a lavorare in tali spazi.

Fortunatamente, dove lavoro è un fattore su cui di solito posso esercitare un'influenza diretta e quindi sono in grado - almeno il più delle volte - di sistemarmi in ambienti silenziosi che favoriscono la mia scrittura.

4. Le cose su cui mi concentro nelle prime ore del giorno

Dopo molti anni di lavoro da casa, ho sviluppato una comprensione piuttosto acuta di quanto sia potente la mia mentalità al risveglio e durante le prime ore della mia giornata è il mio atteggiamento e la mia produttività nelle successive 12-16 ore.

Credo che l'esposizione a determinati tipi di esperienze, idee e / o immagini poco dopo il risveglio possa "avvelenare" o "proteggere" lo stato emotivo e intellettuale di una persona per il resto della giornata.

Se, ad esempio, mi sveglio e continuo a impegnarmi in una o più delle seguenti attività, trovo che ho molte più probabilità di provare una serie di emozioni negative - dall'ansia e dalla depressione alla paura e alla rabbia - durante il giorno che se evito tali pratiche:

  • Verifica e soprattutto coinvolgimento con i social media (Instagram, Twitter);
  • Utilizzo del computer (ad es. Controllo dei prezzi delle azioni, visione di video di YouTube, ecc.);
  • Guardare / ascoltare le notizie; e
  • Ascoltare episodi podcast controversi o emotivamente "pesanti".

La partecipazione a queste attività mi rende incline a sentirmi "al limite", pessimista e / o preoccupato per il futuro.

Quindi porto tutte queste emozioni negative e questi schemi di pensiero nella mia scrittura e, presumibilmente, ho difficoltà a concentrarmi, a mantenere un atteggiamento positivo e a scrivere con passione e ottimismo.

Al contrario, se evito le attività sopra menzionate e invece partecipo ai seguenti tipi di pratiche al mattino presto, tendo a sperimentare molti più stati emotivi e psicologici positivi - come apprezzamento, compassione, fiducia, speranza e ispirazione:

  • Stretching, yoga e meditazione di respirazione profonda;
  • Leggere un libro;
  • Ascolto di un programma podcast spensierato;
  • Pazientemente (consapevolmente) cucinare e fare colazione; e
  • Prendersi un momento per guardare l'alba.

Impegnarmi in queste attività mi aiuta a provare un senso di calma, gratitudine e ottimismo per il futuro.

Quando porto queste sensazioni alla mia scrittura, trovo che sono più produttivo, più "aperto" a idee e possibilità alternative, meno affrettato, meno teso e più "centrato".

In questo stato, l'atto di scrivere è un'esperienza molto più piacevole; Mi sento meno "appesantito" dalle pressioni del mondo che esistono oltre la mia tastiera e lo schermo del computer.

Queste quattro dinamiche - sonno, cibo, ambiente e routine mattutina - incidono in modo significativo su come penso, sento, sperimento il mondo e mi approccio alla mia scrittura.

So che se prendo costantemente le giuste decisioni riguardo a questi quattro aspetti della mia vita, posso creare le circostanze in cui produrre la mia migliore scrittura ed essere orgoglioso dei miei successi una volta che ho finito di toccare la tastiera.

Sì, eventi imprevisti possono e spesso fanno deragliare le mie intenzioni e routine, annullando gran parte di questo duro lavoro.

Tuttavia, quando si presentano tali situazioni e sono costretto a mettere in pausa la mia scrittura, sono in grado di consolarmi nel fatto che la mia creatività è stata interrotta perché "la vita si è messa in mezzo" - non perché ero pigro, indisciplinato, o sfocato.

Anche tu sai esattamente cosa devi fare per creare le circostanze in cui produrre la tua migliore scrittura.

Fai un elenco delle tue scelte distruttive: fallo ora

Se ti senti autocosciente delle tue capacità di scrittura e / o del livello di successo che hai raggiunto finora, posso quasi garantirti che non troverai la risposta ai tuoi dubbi in alcuni ancora post sul blog da scoprire.

Oppure, se in qualche modo riesci a trovare il Santo Graal di scrivere segreti, non sarai in grado di sfruttare appieno le conoscenze che incontri se non tagli prima il B.S. ponendoti onestamente la seguente domanda:

Quali decisioni prendo quotidianamente che mi impediscono di essere fisicamente, emotivamente e intellettualmente preparato a produrre il mio lavoro migliore?

Fai un elenco di queste decisioni in questo momento.

Non rischiare di dimenticartene dicendoti che lo farai in seguito; impiega qualche minuto per compilare l'elenco.

Annota tutto ciò che interferisce con la tua capacità di essere produttivo nella tua scrittura e sul quale puoi esercitare un certo grado di controllo.

Ci sono alcune cose, molte cose che probabilmente ostacolano la tua scrittura ma che non puoi influenzare, come ad esempio se devi prenderti cura dei tuoi figli, lavorare per lunghe ore nel tuo lavoro quotidiano, gestire una o più malattie croniche problemi, condividere un appartamento con una o più persone, mangiare cibo poco nutriente a causa di vincoli di bilancio, ecc.

Questi non sono i tipi di fattori a cui mi riferisco qui.

Sì, sono dinamiche cruciali che devono essere affrontate o migliorate in qualche modo, ma non è questo lo scopo di questo esercizio.

Invece, voglio che tu sia spietatamente onesto con te stesso assumendoti la responsabilità delle cose che puoi influenzare ma che hai trascurato fino a questo punto.

Quali sono le tue abitudini che ti impediscono di essere il più produttivo, diretto, dedicato ed efficiente?

Quali scelte stai facendo che interferiscono con la tua capacità di scrivere il più possibile e nel miglior modo possibile?

Fai un elenco e poi elabora un piano su come inizierai a capitalizzare sulla tua comprensione di sé, cioè sulla conoscenza personale che hai di come puoi prepararti per il successo.

Andare a letto troppo tardi? Impegnati a dormire un'ora o due prima ogni giorno.

Consentire ai tuoi amici di "spingerti" a "lavorare" con loro in biblioteca? Scopri come dire educatamente che lavorerai da solo la prossima volta.

Stai lottando per portare a termine il lavoro perché "non riesci a smettere" di usare Internet? Installa e usa un programma come questo, questo, questo, questo o questo. Oppure posiziona fisicamente il modem in una stanza diversa rispetto al tuo ufficio e scollega il modem dalla parete mentre lavori.

Hai la foto, vero?

  1. Identificare le decisioni sbagliate;
  2. Creare piani concreti per smettere di prendere tali decisioni;
  3. Esegui i piani.

Ricorda a te stesso che più della tua vita è sotto il tuo controllo di quanto potresti permetterti di credere e agire.

Ecco il punto da asporto:

Non importa quanto sinceramente tu voglia avere successo, posso quasi garantire che stai prendendo una o più decisioni su base giornaliera che, una, interferisce inutilmente con la tua produttività e, due, hai il potere di cambiare. Ognuno di noi, me compreso, fa delle scelte distruttive che dobbiamo fronteggiare a noi stessi. Ti sfido a identificare quante più opzioni possibili e ad iniziare ad agire immediatamente per annullare il danno che esse causano. Inizia oggi - non aspettare oltre.

Un'ultima cosa: ottieni la mia arma segreta per far atterrare più clienti come libero professionista e lascia che ti mostri come rendere eccezionale la tua scrittura

Questa storia è pubblicata in The Startup, la più grande pubblicazione sull'imprenditoria di Medium seguita da +427.678 persone.

Iscriviti per ricevere le nostre storie migliori qui.