Creare un mondo più inclusivo: come testare i prodotti per l'accessibilità e l'usabilità

Applica questi principi di usabilità per rendere i tuoi progetti più accessibili

Di Ashley Ferguson, grazie a Chelsea Peterson per il suo contributo

"Abbiamo testato l'usabilità, ora dobbiamo esaminare l'accessibilità".

Se lavori nella ricerca degli utenti, probabilmente hai sentito dichiarazioni come questa. I ricercatori spesso eseguono test per l'usabilità e l'accessibilità come se fossero cose separate. Solitamente utilizziamo un tipo di framework per comprendere i problemi di accessibilità e un altro per comprendere i problemi di usabilità. Ma nel mio lavoro di ricercatore e sostenitore dell'accessibilità, ho notato che le trappole comuni sull'accessibilità si associano direttamente a principi e trappole ben noti dell'usabilità.

Dobbiamo iniziare a considerare l'accessibilità più spesso nel ciclo del prodotto, non solo come un ulteriore controllo alla fine, e l'integrazione dei nostri framework è un buon punto di partenza. Ecco tre esempi di come le trappole dell'accessibilità si associano alle trappole dell'usabilità - facendo riferimento alle linee guida sull'accessibilità del World Wide Web Consortium e agli esperti Steve Herbst e Michael Medlock lavorano sull'usabilità - con suggerimenti per alternative più utilizzabili.

1. L'uso del solo colore crea elementi invisibili

Una delle trappole dell'accessibilità che incontro è l'uso del solo colore per trasmettere informazioni. Questa trappola può colpire molte persone, tra cui oltre 246 milioni di americani le cui disabilità visive influenzano la loro percezione di luce e colore.

Immagine gentilmente concessa dal World Wide Web Consortium, copyright 2019.

In questo grafico, vediamo due esempi di una domanda che chiede all'utente di identificare quale dei quattro triangoli colorati è il triangolo rettangolo: verde, blu, rosso o giallo. Questi quattro triangoli colorati sono mostrati accanto alla domanda. A sinistra, gli utenti devono fare affidamento solo sul colore per rispondere alla domanda, che per alcuni potrebbe essere difficile. L'esempio a destra mostra di nuovo i quattro triangoli colorati. Tuttavia, ciascuno di questi triangoli è anche etichettato con un numero all'interno del triangolo e accanto a ciascuna delle scelte di risposta, in modo che le persone possano usare il colore o le etichette per identificare il triangolo rettangolo.

Quando fai affidamento solo sul colore, cadi in una trappola dell'usabilità di elementi invisibili per molte persone. Secondo Herbst e Medlock, un elemento è considerato invisibile se “non viene fornito alcun segnale (etichetta, icona, convenienza o richiesta) per segnalare all'utente come raggiungere un obiettivo e l'utente non ha un apprendimento precedente sufficiente per superare la sua assenza. ”

Per evitare questa trappola dell'usabilità, assicurarsi che tutte le informazioni trasmesse per colore siano anche trasmesse attraverso mezzi visivi alternativi come le etichette di testo.

2. Lo spostamento di contenuti crea distrazioni

Un'altra trappola dell'accessibilità riguarda i contenuti che si spostano. Lo spostamento di contenuti può essere fonte di distrazione per molte persone, compresi i quasi 15 milioni di americani con disturbi da deficit di attenzione.

I designer includono animazioni per molte valide ragioni: per catturare l'attenzione del pubblico, rendere l'esperienza divertente, dimostrare capacità dell'interfaccia, ecc. Tuttavia, se questo contenuto continua a muoversi, qualcuno con un disturbo da deficit di attenzione può avere difficoltà a frequentare e leggere altri contenuto nella pagina.

Mentre gli effetti dannosi possono essere più pronunciati nelle persone con disabilità come l'ADHD, la distrazione è una trappola dell'usabilità che può colpire molti. L'inserimento di elementi di distrazione viola il principio di progettazione della creazione di un'interfaccia comprensibile.

Per rendere il contenuto più utilizzabile, assicurati di fornire un modo per interrompere o disattivare qualsiasi contenuto in movimento che si avvia automaticamente, dura più di cinque secondi e viene presentato insieme ad altri contenuti.

3. L'accesso inefficiente alla tastiera crea passaggi non necessari

Una terza trappola dell'accessibilità riguarda un'interfaccia a cui è difficile accedere solo con una tastiera. Molti utenti si affidano alla propria tastiera per interagire con i propri dispositivi, compresi quelli che utilizzano un lettore di schermo o che presentano determinati problemi di mobilità.

Nella grafica sopra è un mockup di un tipico negozio online in cui vediamo due laptop e un HoloLens di fila, ciascuno con un pulsante Aggiungi al carrello e un carrello contenente due articoli accanto a un pulsante di pagamento. Immagina che un utente avesse già degli articoli nel carrello ed era pronto per il check-out. Questo utente sarebbe probabilmente frustrato se dovesse navigare attraverso tutti questi altri elementi che potrebbe aggiungere al carrello prima di poter effettuare il check-out. In questo esempio, l'interfaccia riduce l'efficienza in modo piccolo ma significativo per gli utenti della tastiera. In un negozio online con centinaia di articoli, i passaggi di navigazione extra diventerebbero una barriera importante.

Quando elementi importanti richiedono un numero eccessivo di sequenze di tasti per raggiungere l'utente, l'utente incontrerà molte istanze della trap non necessaria. Questa trappola dell'usabilità viola il principio di progettazione della creazione di un'interfaccia efficiente.

Per rendere il contenuto più utilizzabile, assicurati che tutti gli elementi all'interno della tua UI siano accessibili usando solo la tastiera. Assicurati di poter navigare in modo efficiente verso tutti gli elementi coinvolti in scenari utente chiave.

Rinnovo per l'inclusione

Quando pensiamo a come i principi di accessibilità si allineano ai principi di usabilità, diventa chiaro che non possiamo progettare per uno senza progettare per l'altro. Nel mio team di Microsoft, abbiamo sviluppato alcuni modi pratici per integrare i test di accessibilità nella nostra ricerca, come condurre procedure di accessibilità per quando testiamo prototipi.

Stiamo ancora imparando e lo saremo sempre, ma questi processi hanno favorito una cultura che valorizza veramente il design inclusivo. I nostri sforzi fanno parte di un sistema di valori più ampio che sta portando a un'innovazione entusiasmante, cambiando il modo in cui pensiamo all'inclusione.

Stai pianificando l'accessibilità? che domande hai? Quali consigli e risorse usi? Si prega di condividere nei commenti qui sotto o tweet @MicrosoftRI!