Scelta di strutture ibride mobili: React.Native vs Ionic

Lo sviluppo di app per dispositivi mobili ibridi è di tendenza in questo momento e quelli con esperienza credibile nel settore hanno tutte le possibilità di diventare società di sviluppo software redditizie e redditizie. Sempre più aziende adottano tecnologie mobili e incorporano le app nei modi tradizionali di condurre gli affari, cambiando così il volto dei flussi di lavoro industriali e il futuro con esso.

Risparmiare tempo e denaro è di solito uno dei motivi per cui le aziende scelgono di passare a piattaforme di sviluppo di app mobili ibride, che possono ritorcersi contro quando la risoluzione dei problemi richiede troppo tempo. Nessuna meraviglia che una moltitudine di piattaforme e strumenti vengano introdotti su base regolare, creando un ambiente sempre più competitivo e una vasta gamma di selezione. Una scelta saggia dipende dalla profonda considerazione del budget disponibile, dalle capacità di sviluppo, dalla visione dell'app, dai requisiti, ecc.

Lo sviluppo di app per dispositivi mobili ibridi semplifica la vita alle aziende di sviluppo di applicazioni poiché possono creare app con prestazioni multipiattaforma efficienti (iOS, Android). In questo caso il processo di sviluppo delle app è più rapido e semplice, il che consente di risparmiare tempo e denaro, poiché è necessario sviluppare una singola app anziché diverse app native. Abbastanza sicuro, diventa un affare redditizio. Ad esempio, come suggerisce la ricerca Markets And Markets, la popolarità del mercato delle app multipiattaforma sta registrando una rapida crescita e si stima che aumenterà da $ 25,19 miliardi nel 2015 a $ 80,45 miliardi nel 2020. La tendenza attuale suggerisce che dovremo affrontare guerra di popolarità tra React.Native e Ionic.

Non c'è dubbio che questi due giocatori hanno grandi linguaggi di programmazione, ma vediamo nel dettaglio cosa c'è di così speciale in ciascuna piattaforma e come possiamo usarli al massimo.

Si prega di incontrare React.Native

React.Native è una piattaforma open source emergente e probabilmente il futuro dello sviluppo di app mobili ibride. È gestito da una comunità di esperti sviluppatori React.Native e aziende leader, tra cui Facebook e Instagram. Aiuta gli sviluppatori di app mobili a riutilizzare il codice già esistente in qualsiasi app Android o iOS.

L'elenco dei vantaggi della piattaforma è piuttosto lungo. Concentriamoci solo su quelli più importanti.

· La possibilità di riutilizzare i codici esistenti è uno dei principali vantaggi attribuiti a React.Native. In alcuni casi, il riutilizzo del codice può arrivare fino al 95%, il che accelera notevolmente il processo di sviluppo e riduce i costi.

· Le app React.Native sono simili a quelle native nel loro comportamento e interfaccia utente (UI) a causa dell'utilizzo di blocchi predefiniti dell'interfaccia utente specifici della piattaforma. In un certo senso React.Native occupa la sua nicchia nel settore dello sviluppo mobile: è più adatto a quei casi in cui la velocità delle applicazioni native è una priorità piuttosto che la loro complessità.

· Il processo di sviluppo è semplice e conveniente. Per procedere con lo sviluppo, un programmatore dovrebbe avere esperienza nella scrittura di codici JavaScript e conoscere React. In ogni caso, per presentare un prodotto Android o iOS di qualità, è richiesta un'esperienza specifica. Le piattaforme hanno molte caratteristiche simili e specifiche, che comportano un rischio relativamente elevato di confusione durante lo sviluppo. In altre parole, React.Native è facile e conveniente, se lo sviluppatore capisce con cosa ha a che fare e quali risultati sono previsti.

· Le prestazioni multipiattaforma e la facilità di sviluppo riducono il tempo necessario per l'implementazione del progetto (se confrontato con lo sviluppo nativo). Anche il supporto da parte della vasta comunità di sviluppatori React contribuisce a questo fattore: ci sono una moltitudine di plugin prontamente disponibili da usare in React.Native. Il loro utilizzo semplifica anche gli sforzi dello sviluppatore.

· La buona compatibilità con i componenti di codice nativo dell'applicazione consente, da un lato, di aggiungere componenti nativi nelle app React.Native, se hai bisogno di una migliore efficienza. D'altra parte, è possibile utilizzare i componenti React.Native nelle app native per aggiungere contemporaneamente determinate funzioni per entrambe le piattaforme (iOS e Android) (come nel caso di Instagram).

Vediamo l'altro lato della medaglia. Un sacco di inconvenienti derivano anche da questa acclamata tecnologia.

· È stato inizialmente creato per iOS e i componenti per Android potrebbero richiedere ulteriori sforzi da parte tua.

· La tecnologia si adatta meglio allo sviluppo di app semplici. Perde il suo vantaggio competitivo, se hai bisogno di complesse funzionalità specifiche della piattaforma e il plug-in React.Native non garantisce questa funzionalità.

· Sono necessarie competenze di sviluppo native e lo sviluppatore potrebbe dover esaminare i componenti scritti con l'uso di ObjectiveC / Swift o Java.

· Potrebbe essere necessario del tempo aggiuntivo per familiarizzare con React, JSX (se non si ha esperienza lavorativa con ReactJS) e l'approccio generalmente diverso alla scrittura di programmi.

· Le prestazioni delle app create con React.Native continuano a trascinarsi dietro le prestazioni dell'app nativa a causa del ponte tra i componenti nativi e la logica aziendale.

Si prega di dare il benvenuto al framework ionico

Lo ionico si basa su angolare. Questo framework consente agli sviluppatori di creare app mobili ibride con l'aiuto di tecnologie Web come HTML5, CSS e Sass. App quindi distribuite tramite app store nativi e installate sui dispositivi sfruttando Cordova.

Perché non evidenziamo i suoi maggiori vantaggi?

· Quando si tratta di Ionic, non è necessario passare molto tempo con lingue native o altri problemi specifici della piattaforma. I componenti dell'interfaccia utente in stile nativo sono in abbondanza, così come i paradigmi interattivi, i componenti mobili, la tipografia, ecc., Rendendo così il ciclo di sviluppo più breve.

· I template predefiniti e una varietà di starter kit di terze parti facilitano la prototipazione rapida con Ionic.

· Uno sviluppatore di frontend ha familiarità con una serie di tecnologie applicate, che riduce significativamente i tempi per il completamento dell'attività.

· L'app creata funziona su tutte le piattaforme popolari (iOS, Android, Windows, Desktop, Web e PWA), generando funzionalità multipiattaforma con leggere variazioni di codice.

· L'app si adatta ugualmente bene su piattaforme e dispositivi diversi.

E il lato oscuro della luna?

· Ionico mostra alcuni problemi di prestazioni in caso di numerosi callback inviati al codice nativo. Le tecnologie Web utilizzate per il rendering di un'applicazione riducono notevolmente la velocità. Inoltre, Ionic non utilizza componenti nativi, ma cerca piuttosto di ricreare il comportamento nativo utilizzando le tecnologie web.

· Lo sviluppo di transizioni interattive o grafiche avanzate può rivelarsi un compito difficile.

· Gli stili vengono modificati per impostazione predefinita per essere compatibili con un modello di app, aumentando così i tempi di sviluppo e test delle app su piattaforme e dispositivi diversi.

· L'uso del browser comporta un caricamento prolungato dell'app e una reattività deteriorata al carico della CPU a causa della shell del browser utilizzata per imitare il comportamento di ciascuna piattaforma.

· L'aspetto dell'interfaccia utente nativa scompare quando si utilizza Ionic. L'app avrà praticamente lo stesso aspetto, indipendentemente dalla piattaforma / dispositivo su cui viene eseguita.

Face-Off

E l'Oscar va a…

Chi è il più bello di tutti alla fine della giornata?

In generale, non si può dire che un determinato quadro sia migliore o peggiore. Per dirla semplicemente, sono solo diversi. La scelta dipende da obiettivi, requisiti, costi, tempo, dimensione del team, esperienza e piattaforme. La maggior parte delle aziende è alla ricerca di un'azienda di sviluppo software in grado di fornire app il più velocemente possibile. Il budget può essere un fattore secondario e la consegna rapida di un'app di qualità ¾ numero uno per il cliente.

Ovviamente, la raccomandazione migliore e più semplice qui sarebbe quella di testare queste due opzioni e vedere qual è il miglior framework per lo sviluppo di app mobili ibride nel tuo caso particolare.

In generale, Ionic può essere raccomandato per lo sviluppo rapido di prototipi di app mobili, mentre React.Native è più adatto allo sviluppo completo di soluzioni pronte. React.Native è ideale per le app con un gusto nativo che può costare di più rispetto allo sviluppo di app mobili ibride con Ionic.

Originariamente pubblicato su www.qulix.com.