Chiedi a Polly: come vivo in un mondo impazzito?

Caro Polly,

All'inizio del 2016, la risoluzione del mio nuovo anno era quella di smettere di ascoltare il rapporto di notizie di NPR ogni mattina prima del lavoro e leggere le notizie sul New York Times molto meno. Soffrivo di attacchi di panico che mi lasciavano scosso fisicamente e mentalmente e sentire parlare dell'ultima atrocità più volte al giorno stava chiaramente contribuendo ai miei problemi di ansia. (Nota che questo era tutto prima degli eventi orribili del mese scorso.) Tengo al passo con gli eventi del mondo in abbondanza, ancora, in altri modi, comunque. Ho solo un po 'di panico a riguardo.

In effetti, le notizie dal mondo sono praticamente inevitabili ora. I blogger a cui mi ero rivolto in precedenza di notte per una piccola dose di leggerezza hanno iniziato a pesare più frequentemente su tragici eventi mondiali. Quasi tutti i feed di Facebook e Twitter sono pieni di vecchi compagni di classe, familiari, colleghi e amici che fanno loro sapere cosa è successo e come si sentono al riguardo.

Adoro questo, in realtà. L'impegno civico è incredibilmente importante. È nostro dovere come cittadini del nostro paese e di questo mondo sapere cosa sta succedendo e partecipare al discorso pubblico che lo circonda. Ma da quando ho iniziato a soffrire di ansia, mi è venuto anche in mente (ed ecco la mia vera domanda!): Non è mantenere una visione genuina che in qualche modo, anche con la consapevolezza di quanto sia schifoso questo pianeta in questo momento, è divertente, luminoso e, oserei dire, allegro? In un certo senso non è altrettanto prezioso come condividere i propri pensieri o addirittura partecipare ad azioni civili dopo questi eventi terribili e sconvolgenti?

Ho bisogno di un po 'di speranza

Caro bisogno di qualche speranza,

Non so se sarei d'accordo sul fatto che essere semplicemente ottimisti ha lo stesso valore di colpire le strade per difendere ciò in cui credi. Idealmente, dovremmo fare entrambe le cose. Detto questo, molti di noi hanno sicuramente bisogno di un po 'di speranza e ottimismo in questo momento. Nelle ultime settimane, abbiamo imparato nel modo più duro che quando ci rifiutiamo di fare un passo indietro dagli incubi che si svolgono davanti ai nostri occhi, iniziamo a sentirci non solo con il cuore spezzato, arrabbiato e schiacciato, ma nervoso, vuoto e perso. Detto questo, è anche sbagliato sintonizzarlo completamente. Personalmente, ho attraversato fasi di sperimentare qualcosa su Twitter che non riguarda Alton Sterling e Philando Castile e gli sbirri assassinati a Dallas in modo aggressivo al passo con la realtà. E poi Nizza e la Turchia si sono aggiunte alla tempesta di merda.

Ma questa è solo la natura dei social media oggi, in un momento seriamente rovinato dalla storia. Come dovresti affrontare il razzismo dilagante e un sistema rotto e tutti questi semi cattivi armati fino ai denti del cazzo (e pronti a sradicare la loro rabbia fuori posto su persone innocenti), e poi leggere qualcosa sugli stili di scarpe calde da indossare questa estate? Come puoi guardare la straziante richiesta di Diamond Sterling per la giustizia e poi tornare al tuo costante nutrimento di battute e commenti malvagi e qualunque altra cosa cazzo?

Il colpo di frusta è estremo. Il mio libro è uscito questa settimana, e anche se è un libro sulla lotta per trovare significato e sopravvivere in questo mondo incasinato, è strano e imbarazzante persino parlarne, dato tutto il resto che sta andando in pezzi attorno a noi. Immagina se avessi scritto un libro su, non so, feste da ballo degli anni '70 o scandali di celebrità o come ridipingere la tua casa estiva?

Ma anche se il mondo sembra crollare intorno a noi, dobbiamo ancora fare il nostro lavoro, anche se i nostri lavori stanno resistendo alle gioie di elementi decorativi luminosi e da spiaggia per quel loft che dorme nel tuo cottage negli Hamptons. Devo ancora mettere a punto tutto e scrivere, anche quando mi sento sopraffatto. I miei figli hanno ancora bisogno che scherzi e giochi con loro. Devo ancora dormire un po 'e fare un po' di esercizio. Devo a me stesso difendere ciò in cui credo e agire per sostenere il cambiamento nel mondo, e lo devo anche a me stesso per spegnere tutti i miei schermi e uscire alla luce del sole.

Il cambio delle marce è forse più difficile di quanto non sia mai stato, comunque. Il tuo telefono ti segue ovunque. Hai letto una storia che ti schiaccia in polvere, e poi devi spegnerla, essere allegra, rilassata e presente e dire LA DI DA NICE IL TEMPO CHE STIAMO AVENDO? Sembra sbagliato Il tuo telefono ti grida: accendimi. Sta succedendo altra merda di cui devi sapere.

Ma non abbiamo molto tempo su questo pianeta e dobbiamo sfruttare al massimo il tempo che abbiamo. Ci saranno sempre problemi nel mondo. Finché sei vocale e non hai paura di parlare contro l'ingiustizia, è un inizio. Puoi essere completamente sveglio solo se dormi anche di notte. Ricordare che le cose buone stanno ancora accadendo là fuori, supportando e amando le persone intorno a te, vivendo nel momento: queste cose sono ancora più importanti quando il mondo sembra più cupo. Non sei stato messo su questo pianeta per mettere a punto i momenti più gratificanti e meravigliosamente imperfetti della tua vita e concentrarti invece sugli incubi. E se ti aspetti di fare qualcosa di utile con il tuo tempo, la tua mente deve essere un mare calmo e tranquillo.

Mantenere uno spazio calmo per te stesso, dove ricordi ciò che conta, dove credi nella bontà delle persone, è fondamentale. La nostra sopravvivenza dipende da questo, più che mai. Dobbiamo raggiungerci l'un l'altro e credere l'uno nell'altro. Dobbiamo credere che possiamo farcela attraverso questa tempesta di merda e sistemare ciò che è rotto.

Non dobbiamo al mondo sguazzare nell'oscurità, rimanere depressi, piangere indefinitamente. Dobbiamo al mondo credere in questo giorno e credere nel futuro.

Polly

Si prega di inviare la propria domanda nella sezione di risposta qui (dove Polly risponderà alle domande fino al 21 luglio) o inviarla a askpolly@nymag.com.