Chiedi a UXpert: come prototipare le esperienze vocali che incantano gli utenti

La prototipazione vocale è arrivata ad Adobe XD nel suo ultimo aggiornamento, rendendola la prima e unica piattaforma UX / UI a connettere perfettamente la prototipazione dello schermo e della voce in un'unica app. Il discorso, ovviamente, è fondamentale per il modo in cui comunichiamo; parlare con un'interfaccia vocale è diverso da come interagiamo con uno schermo e un'interfaccia grafica.

Abbiamo già esplorato alcune delle migliori pratiche da tenere a mente quando si utilizza la nuova funzione e in questo articolo i principali esperti di voice offrono i loro consigli su come migliorare la UX delle esperienze vocali.

Illustrazione: Justin Cheong.

"Quando un utente imposta un allarme tramite un'app, è piuttosto semplice", spiega Cathy Pearl, responsabile della progettazione di Google e autrice di Designing Voice User Interfaces. "Apri l'app, seleziona una data e un'ora e sei a posto. Ma quando un utente imposta un allarme tramite voce, diventa più complicato. "

Immagina tutti i modi in cui puoi impostare una sveglia per le 8:00:

  • Per favore, puoi impostare la sveglia per domani mattina alle 8?
  • Allarme 8:00
  • Svegliami alle 8
  • Ho bisogno di un timer per le 8 di domani
  • Imposta il mio timer mattutino per le 8

"Per questo motivo, prototipare la tua esperienza vocale è assolutamente cruciale", sottolinea Cathy. "Hai bisogno di un modo per raccogliere le risposte possibili da persone reali prima di impegnarti nella programmazione."

"Per i designer, Voice introduce nuovi flussi di lavoro, opportunità e ostacoli nel nostro design", concorda Susse Sønderby Jensen, designer di esperienza presso Adobe che lavora sulle funzionalità di prototipazione vocale di XD.

"Dalla creazione di dialoghi di esempio e dalla creazione di impegno alla conquista di pregiudizi e alla costruzione dell'empatia, queste sono nuove sfide che i designer affrontano mentre ci immergiamo nella progettazione di questa nuova interfaccia".

Leggi i dialoghi di esempio ad alta voce

Anche se la prototipazione può essere dura, puoi iniziare con soluzioni molto leggere per progettare le prime esperienze vocali. Cassidy Williams, che ha appena lasciato la sua posizione di capo dei programmi vocali degli sviluppatori su Amazon per entrare in CodePen, si concentra su due aree chiave quando progetta una conversazione.

"Mentre lo scrivi, è quasi garantito che leggerà in modo diverso da quello che sembra ad alta voce", spiega. “La chiave è di leggerlo continuamente ad alta voce (o riprodurlo ad alta voce), e mentre lo cambi e lo aggiusti, assicurati di ascoltarlo anziché semplicemente leggerlo. Sentirai sfumature di parole e frasi che non sono così naturali se pronunciate ad alta voce, ed è importante prenderle presto! "

Susse Sønderby Jensen concorda: “Ogni buona esperienza utente inizia con un flusso utente semplice. Per le esperienze vocali, questo si chiama esempio di dialogo. Scrivi un semplice avanti e indietro tra l'utente e l'interfaccia vocale - questo è anche indicato come il percorso felice per la tua esperienza. "

Tieni presente, consiglia Susse, per qualsiasi esperienza vocale che non è accompagnata da uno schermo, non esiste una GUI o un menu a cui appoggiarsi e tutto accade in una sequenza (indicata anche come UI piatta). Devi guidare il tuo utente attraverso un flusso fornendo loro opzioni chiare e impostando le aspettative in anticipo. Metti alla prova il tuo prototipo vocale parlandoci il prima possibile, in modo da poter iterare le risposte e le richieste per migliorare l'esperienza dell'utente.

Fornisci opzioni chiare

Cassidy consiglia inoltre di fornire opzioni per diversi blocchi della conversazione che stai mettendo insieme, per ogni tipo di risposta. "Sappiamo tutti che gli utenti sono schizzinosi, soprattutto con la voce!", Ride. "Aggiungi parole in occasioni per esprimere empatia (in un'app di viaggio, ad esempio, potresti dire" ooh, sembra un viaggio divertente! "Prima di passare al passaggio successivo nella conversazione) e avere una risposta sempre leggermente diversa con lo stesso feedback. Lo mantiene naturale e coinvolgente. "

Se un utente sta cercando di decidere in quale ristorante mangiare, ad esempio, dopo aver chiesto quale cucina preferisce, Cassidy suggerisce di mappare qualcosa del genere:

In questo esempio, offri opzioni che vanno dalla selezione per l'utente, alla estrazione di maggiori dettagli da essi.

"Modificandolo, scorre in modo più naturale e offre comunque all'utente la possibilità di parlare di più", spiega Cassidy. "Non si sa mai cosa potrebbe dire un utente, quindi esercitarsi in una conversazione, mapparla e aggiungere opzioni mentre esplori il concetto è il modo ideale per terminare un solido design vocale."

Susse Sønderby Jensen sottolinea inoltre che è possibile evitare errori fornendo opzioni e dando agli utenti la possibilità di limitarsi a ciò che stanno cercando:

Utente: Ehi, Google, qual è l'edificio più alto di Arlington?
 Google: intendevi Arlington in Virginia o Arlington in Texas?

Tienilo breve e cresci con i tuoi utenti

Mentre usiamo diverse capacità di comprensione quando leggiamo e ascoltiamo, Susse consiglia anche di mantenere le risposte vocali brevi e semplici. Se dai agli utenti opzioni, ad esempio, tieni queste al minimo, perché è difficile ricordare più di tre cose alla volta e le interazioni attraverso la voce dovrebbero essere efficienti in termini di tempo.

"Per gli utenti alle prime armi, può anche essere utile ripetere ciò che gli utenti chiedono", suggerisce Susse. "Questo aiuta gli utenti a sentirsi compresi e più importanti, e nei casi in cui il sistema ha frainteso un intento, è una possibilità di riportare la conversazione in pista. E quando gli utenti interagiscono con un assistente vocale su un dispositivo, come Google Home o Amazon Echo, luci e campane sono essenziali per accompagnare la conversazione e guidare gli utenti attraverso la loro esperienza vocale. "

Nel frattempo, se si progetta per utenti esperti, che sono già a proprio agio con l'interfaccia, è possibile staccare molte delle offerte. Invece del sistema che dice "Now Playing Die Young di Sylvan Esso" ogni volta, per esempio, può semplicemente suonare la canzone.

Muoviti velocemente e parla: il metodo del Mago di Oz

Puoi anche provare un approccio "Mago di Oz", in cui il "mago" (l'essere umano) riproduce le risposte vocali a ciò che dice un utente. Come spiega l'interfaccia utente vocale e lo stratega del design Ben Sauer, in realtà può essere assurdamente facile e divertente prototipare con questo metodo.

"Se riesci a immaginare una conversazione, scrivila e sei a due minuti dal testare con un utente", consiglia Ben. "In un test WoZ, i partecipanti pensano di interagire con un sistema reale, ma in realtà è controllato da un" mago ": sei tu. Funziona straordinariamente bene: semplicemente posizionando un Amazon Echo nella stanza, pur avendo l'audio proveniente dal tuo laptop, la maggior parte degli utenti rimarrà felicemente illusa. ”

Esistono molti strumenti per aiutarti a eseguire un test come questo. Ben ha creato Say Wizard con Abi Jones presso Google, un semplice strumento che prende un file di testo, assegna ogni riga di testo a una lettera della tastiera e quindi fa leggere il tuo Mac ad alta voce ad ogni pressione di un tasto.

Di 'Wizard in azione.

"Puoi eseguire test per scoprire cosa diranno gli utenti e vedere se il tuo progetto ha le risposte corrette", spiega Ben. "La chiave è la velocità di iterazione: cambiare il design è semplice come cambiare un file di testo, anche tra i test."

Un test del Mago di Oz è una grande attività nelle prime fasi dei tuoi progetti; ti aiuterà a identificare rapidamente dove sono i problemi nel tuo dialogo immaginato e in che modo le persone rispondono. "Anche se non ti aiuterà con la più grande sfida per un designer dell'interfaccia utente vocale: gestire con garbo gli errori, ti dirà come i tuoi dialoghi fluiscono per le persone", spiega Ben. "E questo è il nostro obiettivo più importante: fare conversazioni tra umani e macchine semplicemente ... scorrere."

Per ulteriori informazioni, consulta l'articolo di Ben "STFU: testa la tua idea per l'app vocale in meno di un'ora".

Gestione degli errori

La maggior parte degli utenti pronuncerà erroneamente alcune parole, indipendentemente dal fatto che l'inglese sia la loro prima lingua. "Stavo progettando un'insalata che ordinava l'abilità e ho dato all'utente la possibilità di selezionare un'insalata o una ciotola calda", ricorda Susse Sønderby Jensen. "Quando stavo correndo attraverso l'interfaccia, tuttavia, continuava a interpretarmi dicendo" warm bowl "come" wormhole "! L'ho aggirato aggiungendo "wormhole" come una delle espressioni. "

Iterare il progetto e testarlo con gli utenti è quindi cruciale, soprattutto se si prendono di mira utenti che possono essere bilingui, avere difficoltà di linguaggio o bambini o anziani.

Per impedire agli utenti di perdersi, o meglio catturarli in caso di smarrimento, i casi di errore sono strumenti importanti. L'impostazione delle risposte di aiuto è fondamentale, consiglia Susse. Assicurati di ricordare agli utenti che possono ottenere aiuto se necessario, mentre attraversano un flusso.

Il valore della prototipazione vocale

Cathy Pearl di Google aggiunge che un prototipo può anche rivelare rapidamente se l'utente sa se e quando può parlare, il che diventa sempre più importante poiché le esperienze vocali sono disponibili su sempre più piattaforme, come altoparlanti intelligenti, telefoni cellulari e display intelligenti.

"Il prototipo è un ottimo modo per portare una comprensione condivisa di come sarà l'esperienza", sottolinea Cathy. "I dialoghi di esempio in forma scritta sono un primo passo essenziale, ma un prototipo con una vera uscita vocale lo porterà davvero a casa."

Scopri Adobe XD, il nostro strumento di progettazione e prototipazione all-in-one:

  • Scarica Adobe XD
  • Account Twitter Adobe XD - usa anche #adobexd per parlare con il team!
  • Database di idee Adobe XD UserVoice
  • Forum di Adobe XD

Originariamente pubblicato su theblog.adobe.com il 20 novembre 2018.