La rabbia è la tua arma più grande: come puoi usare la rabbia per sempre

Abbiamo tutti capito. Non ci resta che capire come canalizzarlo.

Con tutto quello che è successo a Hollywood nel corso delle rivelazioni #MeToo, una clip particolare si è distinta per me. Uma Thurman, a cui è stato chiesto di rispondere a ciò che stava accadendo in quel momento, ha detto questo:

"Non ho un suono ordinato per te, perché ho imparato - non sono un bambino - e ho imparato che quando ho parlato con rabbia, di solito mi pento del modo in cui mi esprimo. Quindi stavo aspettando di sentirmi meno arrabbiato e quando sarò pronto, dirò quello che ho da dire. "

L'intensità con cui Thurman parlava era tutto: quella voce, i suoi occhi, ti tagliavano nel profondo. Era una specie di rabbia soave, una rabbia repressa ma del tutto presente, con la quale potevo fondamentalmente identificarmi.

Sono sempre stato una persona arrabbiata. Prima di diventare triste o altro, mi arrabbio. Ho sentito profondamente l'ingiustizia delle parole pronunciate o degli atti commessi intorno a me. La rabbia è sempre stata la prima. Eppure, è qualcosa che ho imparato a frenare, a nascondere e ridurre il più possibile.

Ciò che spesso ha significato è sopprimere il sentimento - spingendolo il più in basso possibile - e aspettare di provare qualcos'altro, indipendentemente dal contesto di quella rabbia. E, ammettiamolo, non sempre funziona. Alla fine la rabbia ritorna e potrebbe aver accumulato alcune tacche di intensità, specialmente quando la cosa che ti ha fatto arrabbiare si ripete, e ricordi di non averla mai affrontata la prima volta.

Essere arrabbiati ed essere una donna è una combinazione particolarmente difficile. Molti hanno scritto sulle difficoltà di espressione tra i sessi. Il fatto che, come donna, la tua rabbia sia vista meno facilmente come giustificata e meno probabilità di essere riconosciuta seriamente. Ma la rabbia sta riprendendo. Finalmente ci è "permesso" di essere arrabbiati, per molte cose: lo stato del mondo, la politica, ecc. In un senso più grande, la rabbia è in aumento.

Dobbiamo imparare a esprimere la rabbia giustificata in modo utile e canalizzare la rabbia ingiustificata in modo sano

In molti casi è giusto sentirsi arrabbiati. È giustificato Ma in altri sensi più piccoli e più personali, può essere dannoso. La rabbia è contestuale e quando ci viene insegnato ad applicare una soppressione generale su tutte le forme di rabbia, è in quel momento che siamo in pericolo di spingere l'emozione in conseguenze negative, sia per noi internamente che per la comunità che ci circonda.

Dobbiamo imparare a esprimere la rabbia giustificata in modo utile e canalizzare la rabbia ingiustificata in modo sano. Dobbiamo imparare a dire la differenza ed esprimerci in un modo che non contribuisca alla violenza, alla repressione degli altri o a qualsiasi altro tipo di danno. Thurman sapeva bene che parlare con rabbia non le avrebbe permesso di essere ascoltata o capita meglio, e mentre ciò dovrebbe essere sfidato, la realtà è che la rabbia non richiede sempre la stessa risposta - non deve sempre essere repressa, né deve sempre essere espresso.

Quindi da dove iniziamo?

1. Respiralo, per ora

Dobbiamo calmarci un po 'prima di poter davvero capire il significato e la fonte della nostra rabbia. Quindi il primo passo è, abbastanza prevedibilmente, di respirare. Lascia che l'adrenalina si attenui leggermente. Consentire al respiro di passare ed espirare, con l'espirazione che dura più a lungo dell'inspirazione. Allontanati di un passo dalla situazione o prendi qualche distrazione utile, fino a quando la scarica di adrenalina si attenua. Bevi un bicchiere d'acqua. E quando hai un po 'di calma iniziale ...

2. Inizia a deselezionare i tuoi pensieri e sentimenti

Nella fretta della rabbia, i pensieri possono aggrovigliarsi e sopraffare e confondersi con i sentimenti. Il fatto che pensieri e sentimenti siano contestuali è il punto di partenza importante qui. La mente umana può servire fino a 70.000 pensieri al giorno - le nostre menti continuano a sfornarli, indipendentemente dal fatto che ce ne rendiamo conto. Con tutti questi pensieri e sentimenti che passano, è vitale ricordare che non sono tutti veri, né ci qualificano come persone. Ci influenzano, ma non ci definiscono. Cambiano di momento in momento, e ricordare che questo è il primo passo per prendere le distanze dall'assalto o dall'autodisciplina.

Con questo in mente, praticare la consapevolezza è un modo generalmente utile per iniziare a separarti da quella sopraffazione. Questa è assolutamente una pratica - un muscolo che deve essere sviluppato. Per me, la meditazione è stata la "strada" per comprendere la consapevolezza in un senso attivo e pratico. Puoi leggere altro a questo proposito qui:

In sostanza, tuttavia, inizia semplicemente osservando ciò che hai in mente: scriverlo mi aiuta. Non ci sono diritti o torti, basta semplicemente scaricare la parola sulla pagina. Quindi chiediti: è un pensiero, o è un sentimento, o entrambi? Una volta stabilito questo, puoi avere un'idea più chiara di ciò con cui hai a che fare.

È una pratica di terapia di accettazione e impegno (ACT) ringraziare la mente per aver vomitato qualunque cosa faccia - quando ci sentiamo arrabbiati, è probabile che stiamo reagendo a qualcosa che è importante per noi. Ringrazia la tua mente per averti dimostrato questo, perché anche se è un modo strano per farlo, è il tuo subconscio che cerca di attirare l'attenzione su qualcosa che apprezzi.

Un altro esercizio particolarmente utile di ACT è esercitarsi a separarsi dai propri pensieri riformulandoli: "Sto pensando che ..." Aggiungendo questo po 'di distanza, hai l'opportunità di "disinnescare" dai tuoi pensieri. Potresti confondere alcuni sentimenti con i pensieri, ma va bene in questa fase.

3. Osserva il tuo corpo e affronta i tuoi bisogni immediati

Senti cosa fa la rabbia al tuo corpo. Penso che questo sia il miglior indicatore del fatto che i tuoi sentimenti funzionino o meno per te o contro di te: dai al tuo corpo la possibilità di elaborare. Osserva cosa succede in te.

Puoi trovare modi per diffondere la tensione in te solo quando sai come il tuo corpo in particolare elabora la tensione - di cosa hai specificamente bisogno. Per me, l'esercizio fisico è un modo fantastico per liberare la rabbia che non ha un posto utile nella mia vita. Potrebbe essere una mezz'ora di corsa, o forse un po 'di yoga, a seconda se ho solo bisogno di sudarlo o ho bisogno di aiuto per sentirmi più calmo e più in sintonia con me stesso. Sono anche un grande fan del bagno.

Altre cose che potresti considerare:

  • Andare a fare una passeggiata nella natura
  • Cucinare un buon pasto
  • Musica e balli rumorosi
  • Perdersi nel tuo programma o film preferito
  • Raccogliendo un buon libro
  • eccetera

4. Impegnarsi in qualche riflessione attiva

Una volta che hai capito cosa stai provando e pensando, ci sono alcune altre domande da porci:

  • Che cosa è appena successo a provocare una reazione emotiva in me? Posso descrivere il contesto in dettaglio? Chi c'era, cosa stavo facendo, cosa stavano facendo, cosa stavamo dicendo, come è stato detto, cos'altro è successo poco prima e subito dopo? Descrivi tutto, anche fino al tempo fuori, se devi. Ottieni un'immagine più precisa e dettagliata del contesto.
  • Qualcosa che qualcuno ha detto? O qualcosa che hanno fatto? O qualcosa di totalmente esterno e casuale? Qual è stato il vero punto di innesco della mia rabbia? Cosa stavo pensando in quel momento? Concentrati sui pensieri.
  • È davvero la rabbia che ho sentito più fortemente? O qualcos'altro? O una combinazione di cose? Perché? Individua tutti i sentimenti associati.
  • La rabbia è qualcosa dentro di me? O è per conto di qualcun altro / qualcos'altro?
  • Che cosa sto associando a questa rabbia? Un numero precedente, una preoccupazione più ampia, un'esperienza precedente ...? Qui vogliamo trovare a cosa si collega la rabbia, cos'altro viene attirato dalla situazione che ti ha scatenato.

La curiosità è la tua arma migliore qui - un desiderio di capire meglio l'astuzia di te stesso. Spero che questa riflessione attiva possa iniziare su questo, perché una volta che abbiamo capito dove si trova la rabbia (interna a noi o esternamente a noi), c'è ancora molto lavoro da fare ...

5. Trova una modalità di espressione sana

Dopo aver dato a te stesso la possibilità di provare metodi di distrazione / de-escalation, chiediti: cosa ha funzionato? Cosa non ha funzionato? Cos'altro puoi provare? Se è un problema in corso che ti fa arrabbiare continuamente, cosa puoi fare al riguardo? C'è qualcuno con cui devi avere una conversazione diretta e onesta? O puoi cambiare l'ambiente / lo scenario in qualche modo? Si tratta di mettere in discussione ciò che sta accadendo, in che modo i tuoi sforzi per rispondere stanno funzionando per te e passare attraverso soluzioni. Se non riesci a capire come può avvenire il cambiamento (o in che modo può avvenire abbastanza in fretta), dipende dalla canalizzazione.

La rabbia è stata utilizzata per alimentare progetti creativi nel corso dei secoli e se sei un fan di qualsiasi modo creativo di espressione, questo potrebbe benissimo essere un modo salutare per usare la tua rabbia. Trasforma la rabbia in bellezza e tutto il resto. Ho scoperto che la scrittura mi ha aiutato a uscire da molti umori bassi, come la pittura, l'uncinetto o la cucina ...

Essere stufi può aiutarti a galvanizzarti in produttività, creatività e altro. Non è sempre efficace al 100%, non è sempre del tutto soddisfacente, ma mi mostra che la rabbia non è sempre del tutto negativa. Non è sempre spaventoso. Non è sempre legato alla violenza o all'aggressività: posso anche trasformarlo in qualcosa di bello, interessante o utile. Questo aiuta la prossima volta che la rabbia cade in superficie: divento sempre più bravo a valutarla o canalizzarla, come appropriato.

In un senso più grande ...

Se è un "grosso problema mondiale" che fa ribollire il tuo sangue, penso che ci sia più lavoro da fare oltre a come la rabbia individuale del processo.

Ricerca i fatti

Scopri una o due cose sul problema. Educa te stesso. La rabbia senza alcun pensiero dietro è riservata ai peggiori thread di Twitter e, anche se diventare shirty su un forum Internet casuale può aiutare per un po ', se sei guidato in un modo più ampio per cambiare le cose, dovrai capire cosa sta succedendo davvero. Per l'amore di tutte le cose sante, vattene da Facebook. Non è la tua fonte di verità. Trova diverse prospettive: come puoi affrontare e pensare al problema scientificamente, emotivamente, politicamente, filosoficamente, ecc.?

Partecipa a discussioni costruttive

Parlare con persone che conoscono il problema ti aiuterà a formulare le tue opinioni al riguardo. Potrebbe anche aiutarti a capire se c'è qualcun altro che condivide la tua rabbia e offrire nuove idee su come rispondere a quella rabbia. Ovviamente avvicinati con cautela: le persone che portano le cose agli estremi o che dimenticano il danno / non si preoccupano del danno, possono essere influenti in modo molto negativo. Alla fine della giornata, stiamo cercando di trovare modi utili e costruttivi per incanalare la nostra rabbia, non per contribuire alla caduta dell'umanità. Quindi mantienilo reale e non dimenticare che la rabbia che hai sentito inizialmente è stata probabilmente alimentata da un senso di ingiustizia.

Diventa attivo per la tua causa

Trova modi per essere attivo. Potrebbe essere l'avvio o la firma di una petizione, potrebbe essere la scrittura a un rappresentante del governo locale, potrebbe essere il volontariato per un ente di beneficenza che cerca di fare la differenza. Fare qualcosa, anche se non è una cosa "enorme", è ancora un passo avanti.

E infine…

Dagli tempo

A volte la rabbia si dissipa da sola nel tempo. A volte ci vuole del tempo per elaborare o si trasforma in qualcos'altro. Abbi pazienza. Anche tu sei un essere umano, quindi le cose raramente si spostano linearmente da A a B - dalla rabbia alla creatività o positività, o qualsiasi altra cosa. Come Uma, così meravigliosamente messo nella clip, parla quando sei pronto a parlare. Rivolgilo direttamente quando ti senti preparato. Non lasciarlo peggiorare. Nessuno vuole essere il tuo sacco da boxe e non vuoi nemmeno lasciarti divorare dentro. Concediti il ​​tempo di capirlo.

E nel frattempo, tieni le cose che ti fanno ridere e sorridere a portata di mano. Mi rivolgo alla natura, al mio partner, alla mia famiglia - ai ricordi, ai luoghi e alle cose che sicuramente mi ricorderanno che le cose non sono sempre completamente e totalmente incasinate in questo mondo incasinato. Esistono anche bellezza e piacere.