Allinea le tue intenzioni e azioni con un semplice diario: una guida

Creazione del mio primo diario a breve termine del 2018.

È l'inizio del mese, il che significa che è tempo di creare un nuovo diario a breve termine.

Uso (circa) un diario al mese e mi mancano pochi mesi al terzo anno del mio sistema.

Aspetta ... Che cos'è un "diario a breve termine"?

Un diario a breve termine è un diario mensile che utilizzo per registrare pensieri, tenere traccia delle abitudini e registrare i progressi verso gli obiettivi. Funziona insieme al mio diario a lungo termine per allineare le mie azioni a breve termine e gli obiettivi a lungo termine.

Il mio diario a breve termine (o STJ) è sicuramente uno strumento di "produttività", ma porta anche benefici completamente estranei a qualsiasi cosa legata al lavoro o agli obiettivi. È la chiave di volta di tutte le mie routine. È davvero più uno strumento di vita che altro.

Scelta del mezzo

Ma, prima, parliamo del mezzo che dovresti usare. Onestamente, un STJ può essere tenuto su un rotolo di carta igienica se sei così incline. Personalmente, preferisco i grandi diari di Cahier di Moleskine:

Dato che (di solito) uso una STJ al mese, le sue 80 pagine a righe sono perfette per i miei scopi:

Ma ci sono ogni sorta di altre opzioni là fuori per te: digitale, analogico e altro. Vai con ciò che funziona per te. Di seguito descrivo il mio processo usando il mio mezzo preferito, ma è facilmente applicabile ad altri mezzi. Questo può essere applicato anche ad altri intervalli di tempo se un mese è troppo breve o troppo lungo.

COMPITO 1: Scegli un mezzo (senza tasti poiché funzionerà per quasi tutti).
COMPITO 2: Acquista / scarica il supporto scelto (o estrailo da un cassetto: la maggior parte delle persone ha un taccuino vuoto da qualche parte.)

Fronte a retro: journaling giornaliero

Per facilitare la lettura, uso il mio diario fronte-retro per uno scopo e retro per gli altri. Le prime 60 pagine del mio STJ sono dedicate al journaling quotidiano. La mia pratica di journaling quotidiana non ha regole rigide oltre a quelle stupidamente semplici: salto le righe tra le voci. Li data e timestamp. E provo a scrivere per più di una pagina (anche se spesso non lo faccio).

La maggior parte delle voci inizia con una recita di qualcosa che è accaduto o di qualcosa che sta arrivando. A volte è qualcosa che mi viene in mente, altre volte è "Mi sono appena svegliato. Il caffè è buono. "(E più spesso di quanto vorrei ammettere, queste sono le frasi più intelligibili che scrivo.)

Oltre a ciò, sono flessibile. Non lo farei altrimenti.

Tuttavia, ho alcuni temi basati sul giorno della settimana, ma servono principalmente come backup se non riesco a pensare a nulla di cui scrivere giorno.

Lunedì: guardo avanti per la settimana: eventi importanti, cose da fare, cose piccole come la spesa.

Martedì: di solito scrivo dei compiti e delle guide della settimana e cerco di identificare quali ansie ho legato a loro. Identificandoli all'inizio della settimana, posso gestirli prima che finiscano per rovinare la produttività della mia settimana.

Mercoledì: mi piace "scavare in profondità" e scrivere qualcosa di un po 'più personale. A volte ha qualcosa a che fare con emozioni difficili, altre volte è qualcosa di casuale che voglio esplorare come perché mi piace x, perché ho fatto y, come mi sento con z. Altre volte continuo a scrivere da martedì, forse perché l'ansia del mio compito è legata a un problema più ampio.

Giovedì: supponendo che mercoledì abbia fatto qualche progresso mentale, continuo lungo il cammino. In caso contrario, scelgo un percorso diverso.

Venerdì: mi piace rivedere come sta andando la settimana, quali sono stati i miei successi, quali sono stati i miei fallimenti. Questo è un buon momento per riflettere sulla settimana prima che svaniscano durante il fine settimana.

Weekend: mi piace scrivere qualcosa di casuale e spontaneo, e non correlato a nulla di ciò che ho scritto di recente (o mai). Questi hanno incluso diatriba casuali sui suoni degli uccelli, una storia della mia postura e la mia tesi sulle origini del "pugno".

Ecco le prime parole della mia prima voce di questo mese:

COMPITO 3:
Certo, potresti aspettare di scrivere sul tuo diario fino a quando l'intera cosa non sarà impostata ... ma è probabilmente procrastinatorio. Quindi ... scrivici adesso. Mantienilo super semplice. Alcune righe vanno bene. ("Questa è la mia prima voce" conta. È l'atto, non la sostanza, che conta).

Dall'altro lato: monitoraggio mensile

Le ultime 20 pagine del mio diario sono usate per tenere traccia dei progressi. Esistono diversi modi per monitorare i progressi, elencati in ordine inverso:

Guide mensili (pietre miliari necessarie per raggiungere gli obiettivi, come descritto in maggior dettaglio nel mio libro.)

Le mie guide mensili di gennaio vanno sulla copertina interna:

COMPITO 4: Crea guide mensili ragionevoli per i tuoi attuali obiettivi o progetti (ovvero, una tappa necessaria sulla strada per raggiungere la X) e mettili sulla copertina interna.

Poi vengono le guide settimanali (informate dalle guide mensili).

Le mie guide settimanali di gennaio vanno di fronte al mensile:

COMPITO 5: Crea guide settimanali ragionevoli per i tuoi attuali obiettivi o progetti (vale a dire, una sosta necessaria sulla strada per raggiungere la tua guida mensile).

Quindi, proseguendo da capo a piedi, sono pagine dedicate per il monitoraggio di pratiche quotidiane fondamentali che non sono direttamente collegate agli obiettivi (seguo l'esercizio fisico, la meditazione e ciò che chiamo la mia "Ora zero" in cui elaboro e-mail, attività, ecc. .) Lo mantengo semplice, scrivendo le mie intenzioni in una colonna e le realtà in un'altra, quindi qualsiasi nota sulla pagina opposta.

Una delle mie pagine dedicate:

COMPITO 6: Scegli quali tipi di pagine dedicate manterrai. Queste sono le abitudini e le routine che si desidera eseguire a tempo indeterminato.
COMPITO 7: crea le tue pagine dedicate.

Segue una pagina dedicata al mio accumulo permanente di giorni intenzionali / produttivi. (Tengo traccia dei giorni in cui ho completato tutte le mie azioni previste. Il mio obiettivo finale è raggiungere i 6.000 prima di morire. Morbido? Forse. Ma funziona.)

Ecco il mio conteggio attuale:

COMPITO OPZIONALE: inizia un conteggio fino a un numero di tua scelta. (Questa è una cosa che faccio che potrebbe benissimo funzionare per nessun altro. Sentiti libero di saltare.)

E poi, fondamentale per il mio monitoraggio, arriva il mio registro giornaliero. (Durante il giorno, registra i tuoi orari di inizio e fine per le varie attività e mantieni le note relative a dove ti eri interrotto, cosa hai osservato, sentito, ecc.)

Ecco una mia foto:

COMPITO 8 (o 9): crea un registro giornaliero per oggi, modellato su quello sopra.

E, soprattutto…

COMPITO 9 (o 10): fai qualcosa di diverso dall'impostazione del tuo diario a breve termine ... e registralo. Dopotutto, l'obiettivo è fare cose, non fare cose.

Se vuoi saperne di più su questo sistema di journaling, puoi dare un'occhiata al mio libro. (È gratuito da martedì 9 gennaio a venerdì 12 gennaio)